+39 0585 027081 info@mycontract.it

La prevenzione incendi negli uffici, hotel e strutture ricettive

Principali presidi attivi e passivi per la prevenzione incendi

Prevenzione incendi: mettere a norma gli uffici, gli ambienti sanitari e di lavoro

Nell’ambito delle realizzazioni chiavi in mano, ove le caratteristiche dei locali lo richiedano (archivi, ambienti di lavoro, arredamento uffici in genere, laboratori di farmacia, ambulatori medici) Bank Consulting, sia nella fase progettuale, sia in quella di cantiere prevede gli interventi, impianti e opere necessari ai fini della prevenzione incendi.

Le misure di prevenzione incendi si distinguono nelle misure di prevenzione passiva e misure di prevenzione attiva.

Protezione passiva

ELEMENTI PORTANTI: sono elementi strutturali quali travi, pilastri, ecc. Le funzioni portanti possono essere svolte da diversi materiali quali acciaio, legno, cemento armato o precompresso. Normalmente è indispensabile garantirne la stabilità per un dato tempo in caso d’incendio.

CONTROSOFFITTI: sono elementi divisori normalmente usati negli nell’arredamento uffici, farmacie e banche, con caratteristiche in grado di aumentare la resistenza al fuoco delle strutture sovrastanti. I requisiti principali di un controsoffitto antincendio sono: l’incombustibilità, la leggerezza e la stabilità durante l’incendio.

COMPARTIMENTAZIONI: elementi divisori in grado di isolare porzioni di edificio, uffici o farmacie al fine di non permettere la propagazione dell’incendio da una zona ad un’altra. Le compartimentazioni possono prevedere l’utilizzo di pareti o tramezzi tagiafuoco, la realizzazione di canali resistenti al fuoco per aria condizionata, estrazione fumi e per protezione di vie elettriche.

BARRIERE PASSIVE: sistemi ed elementi adatti a sigillare i varchi presenti nelle strutture di compartimentazione dell’ufficio, della banca o farmacia, a causa dell’attraversamento di impianti tecnici.
L’impiantistica costituisce non solo un rischio d’incendio essa stessa, ma anche, dovendo transitare negli ambienti, e in particolare attraversare elementi di compartimentazione può essere causa di propagazione d’incendio. Quindi, dove esiste un attraversamento di parete o di solaio resistente al fuoco, ad esempio da parte di canaline, condutture, tubi, passerelle o fascio di cavi, la feritoia conseguente deve essere tamponata con sistemi che mantengano inalterata la resistenza al fuoco della parete o del solaio. Per gli attraversamenti si utilizzano prodotti, che sistemati all’interno dell’attraversamento, costituiscono un tamponamento che si espande in volume quando sottoposto al calore. Il materiale di riempimento, dopo l’espansione, si compatta in una massa densa e solida, che rende stagno il tamponamento ai fumi e ai gas.

Prevenzione incendi, murature REI

Realizzazione di compartimentazione REI con pareti in muratura alveolare in spazi per ufficio

PORTE E SERRAMENTI TAGLIAFUOCO: I serramenti di sicurezza antincendio (porte, serrande, ecc.) hanno come scopo quello di evitare il passaggio del fuoco, dei prodotti di combustione e del calore da un ambiente ad un altro. Questi serramenti sono installati in corrispondenza di:

  • Vani porte
  • Vani ascensore, montacarichi
  • Vani scale

Tipologie di porte tagliafuoco:

  • A uno o due battenti
  • Completamente cieche o con specchiature in vetro inserite nel battente
  • Porte vetrate a uno o due battenti
  • Porte con sopraluci e/o pannellature laterali

Le porte tagliafuoco devono essere dotate di congegno di autochiusura, congegno che consente alle porte di chiudersi automaticamente in caso d’incendio. La loro posizione di riposo può essere:

  • In chiusura, ad esempio con molla o contrappeso che li porta nella posizione iniziale automaticamente
  • In apertura, con comando di chiusura automatico che si aziona solo in caso di necessità.
Prevenzione incendi, fori passaggio impianti

I fori a parete per il passaggio di cavi e tubazioni vanno chiusi con sigillanti certificati REI

Sistemi di protezione attiva

L’AREAZIONE DELL’INCENDIO: Indispensabili per l’areazione dell’incendio sono gli evacuatori di fumo necessari a convogliare e a smaltire i fumi, i prodotti della combustione e il calore, evitando che invadano l’edificio recando danni alle persone e alle strutture dell’ufficio o farmacia. Gli evacuatori sono formati da un telaio metallico e coperture in lastre di polimetilmetacrilato o policarbonato.

RILEVAZIONE FUMI: Poiché i danni alle persone e alle cose sono tanto maggiori quanto maggiore è il tempo di libero sviluppo dell’incendio, la rapidità d’intervento dell’estinzione all’interno degli uffici o farmacie assume un’importanza decisiva. Poiché l’intensità dell’incendio è tanto più forte quanto è maggiore il volume interessato, la difficoltà dell’estinzione cresce con la fase di sviluppo raggiunta. Per essere sicuri di raggiungere lo scopo di contenere il più possibile i danni, è necessario, iniziare l’azione di spegnimento quando l’incendio ha dimensioni limitate. Quindi la vigilanza delle aree pericolose può essere affidata o all’uomo o a specifici impianti tecnologici automatici. Questi impianti offrono una precoce segnalazione di piccole quantità di fumo e gas. I dispositivi di allarme sono sostanzialmente due:

  • Rilevatori ottici
  • Rilevatori a ionizzazione

I rilevatori ottici sono sensibili alle radiazioni ultraviolette o infrarosse e trovano applicazione nelle combustioni caratterizzate da tempi di reazione brevissimi. Sono quindi indicati, anche in associazione con dispositivi di segnalazione delle sovrappressioni, per bloccare le esplosioni in ambienti chiusi prima che possano diventare pericolose. Anche i rilevatori ionici sono sensibili al fumo e ai gas di combustione.
Per la segnalazione dell’incendio in ufficio o farmacia si utilizzano apparecchi di allarme acustico luminoso ed eventualmente combinatori telefonici per segnalare che l’impianto di rilevazione ha evidenziato l’insorgere di un incendio.

IMPIANTI E SISTEMI DI SPEGNIMENTO. Nei locali ove vi sia presenza di materiali combustibili possono essere realizzati impianti di spegnimento. La tipologia del sistema dipende dal tipo di materiali combustibili all’interno dei locali, dalla tipologia e destinazione degli stessi. Possono essere utilizzati vari tipi di impianti (sprinkler, impianti a anidride carbonica, idranti, naspi, ecc)

Interpellateci per informazioni sulla necessità di prevenzione incendi e per  l’arredamento dei vostri uffici, archivi o farmacie. Sul sito dei Vigili del Fuoco trovate l’elenco dei professionisti abilitati alla redazione delle pratiche di prevenzione incendi.